FOLLOW US HERE: 

  • Facebook Clean
  • YouTube Clean

A.P.D. Acilia Sport Red Foxes, Copyright©2016. All Rights Reserved.

Created by GO

Come può un torneo interno minibasket diventare il momento più atteso di tutto giugno per un intero quartiere?

Semplice: è sufficiente organizzare una cosa speciale! Ogni anno la Coppa  di Paperopoli è sempre più bella, il pubblico sempre più numeroso ed i bambini sempre più bravi.
Si parte a fine maggio, si fanno le squadre, si consegna ai bambini il messaggio di benvenuto, lo stesso da sempre, si preparano i calendari e si sceglie lo zio Paperone sportivo....e poi bisogna esserci per capire bene:

Il messaggio

“Proprio così! Quella a cui partecipi è la Coppa di Paperopoli; spero che ti diverta come hanno fatto tanti altri bambini prima di te!

Spero tu sia sempre puntuale, leale, sportivo  e concentrato: i tuoi compagni se lo aspettano!
Sappi che vincere è bello ma se si perde non è una tragedia. Non mancare! ”
Il tuo Istruttore

Il Torneo

Dopo tre partite di qualificazione ogni squadra avrà acquisito una posizione in classifica (In caso di parità varranno gli scontri diretti e la differenza punti) allo scopo di piazzarsi al meglio nella griglia di finale. Le  squadre terza e quarta in classifica disputeranno la finale per il 3° posto, le squadre prima e seconda in classifica giocheranno la finale per la conquista della Coppa di Paperopoli.

La gara di tiro creativo

Durante le partite verrà disputata la gara di tiro creativo, una competizione che vedrà cimentarsi tutti i bambini in fantasiose ed originali esecuzioni del fondamentale del tiro. Un’apposita giuria valuterà le singole esecuzioni ed attribuirà un punteggio che permetterà ai più “creativi” di approdare alla finalissima.

Lo zio

La coppa sparisce, eppure era lì, fino ad un minuto fa!

Le squadre sono sedute in campo, la finale è appena terminata e ai sorrisi sdentati ed eccezionali dei bambini che hanno appena vinto fanno da contro altare i musi lunghi di chi si è fatto scappare la vittoria per un niente. Entra un signore, a braccetto con il presidente.
“Ma ha la maschera da Papero!”

.... dura un attimo, eppure tutti quelli a cui chiediamo di vestire i panni dello Zio Paperone, malgrado siano persone conosciute nello sport o nel sociale, ci confessano che l’emozione è forte.

Lo zio toglie la maschera, qualche discoletto dice di averlo visto prima, qualcun altro gli chiede perchè è lui lo zio Paperone quest’anno.

I più spigliati spiegano cosa fanno nella vita, per qualcun altro lo spiega il presidente... intanto la coppa, quella bellissima coppa finisce nelle mani del capitano della squadra che ha vinto. Lo zio ha premi per tutti i partecipanti ma il dubbio gli resta...possibile che ci sia una sola coppa e solo per una squadra?

Il resto lo vedrete ogni giugno al palazzetto dell’istituto Magellano..

  In questi anni hanno vestito i panni di zio Paperone grandi atleti del nostro territorio, eccellenti educatori, eccezionali insegnanti e persone sempre disponibili verso i giovani.

Coppa di Paperopoli (Zio Paperone) 

 1999 Marco Martino

 2000 Andrea Barbetti

 2001 Giorgio Cannone

 2002 Riccardo Brandi

 2003 Giuliana Salce

 2004 Roberto Abbate

 2005 Don Carlo Turi

 2006 Antonia Spinelli

 2007 Umberto Mattarelli
 2008 Walter Scheleter

 2009 Valerio Viero

 2010 Vincenzo Di Blasio

 2011 Vittorio Ferrero

 2012 Marco Gabriele

 2013 Andrea Ciabocco

 2014 Antonella Pizzi e Elsa Mai

 2015 Fabio Sansone

 2016 Cristiano Tesei

 2017 Emanuela Borin

 2108 Jacopo Innocenzi

 2019 Massimo Boiardi